Spazio per le vostre inserzioni Spazio per le vostre inserzioni
 
Testata registrata al Tribunale di Livorno n. 11 del 08.10.2002 - Direttore Responsabile: Sergio Rossi
Num.1454 del 20 giu 2007, uscito alle ore 07:32



Spazio per le vostre inserzioni Spazio per le vostre inserzioni Spazio per le vostre inserzioni

mercoledì 20 giugno 2007

Blitz della Guardia di Finanza all'ASA perquisiti uffici quattro avvisi di garanzia


Fiamme Gialle all'opera sul fronte dei servizi idrici. Agenti della Guardia di Finanza hanno infatti operato delle perquisizioni nella sede centrale Livornese dell'ASA ma anche in quelli periferici tra i quali quello della Antiche Saline a Portoferraio.
Quattro persone sarebbero state inoltre raggiunte da un avviso di garanzia anche se nonse ne conosce i nominativi.
Azioni e provvedimenti sono correlabili al lavoro di infagine compiuto dal P.M. Giuseppe Rizzo in ordine alla vicenda della costosissima e pressoche inutilizzata condotta che univa la dorsale alla località di Lacona innestandosi in località Valdana, un'opera realizzata nel 1994 e quindi ereditata dalla precedente gestione dei servizi idrici che sembra al momento estranea all'indagine.
Non sarebbe l'abnorme cifra (30 miliardi dell'epoca) costata l'inutizzata condotta al centro dell'interesse del magistrato ma fatti più recenti realativi appunto alla gestione ASA (iniziata nel 2005) quello che viene ipotizzato come reato è il fatto che ASA avrebbe fatto mancare la fornitura di un servizio a cittadini che ne avevano pieno diritto.

SR



mercoledì 20 giugno 2007

Fuoco all'Edilcasa di Marciana Marina, bruciato un camion e un deposito di tubi


Erano circa le 12 e trenta di martedì quando a Marciana Marina si alzava una nera colonna di fumo che metteva subito in allarme il paese. Nella ditta Edilcasa, appena chiusa da un quarto d’ora, di proprietà di Giorgio Frassinetti, eletto assessore ai lavori pubblici, stavano andando a fuoco un deposito di tubi di polietilene, un camion ed alcuni lecci della macchia al margine del recinto.
Subito sono accorsi i vigili del fuoco, la forestale, la protezione civile ed i carabinieri, ma la cosa appariva molto grave perciò è stato deciso l’intervento di un elicottero della Regione. Con ripetuti lanci d’acqua il fuoco è stato facilmente domato, lasciando sul campo la carcassa nera e inginocchiata del camion, la plastica dei tubi sciolta sull’asfalto ed un centinaio di metri di macchia fumante.
Il danno è stato piuttosto contenuto, viste le dimensioni della ditta. L’incendio è scoppiato in un angolo del grande recinto, ed ha risparmiato i numerosi magazzini per il ricovero dei materiali. Il valore del camion è stimato comunque in 150mila euro, aveva soltanto tre anni e da poco i proprietari avevano terminato di pagarlo.
Per ora soltanto ipotesi. Gli inquirenti escludono quasi sicuramente la pista dolosa. L’orario non depone a favore di eventuali incendiari, e la ditta opera sul mercato elbano da quasi trent’anni, fornendo materiali edili e sanitari tutto il versante nord –ovest dell’isola, senza aver mai avuto nessun tipo di minaccia o danneggiamento. E’ vero che il rogo va a sommarsi a quelli recenti e troppo numerosi per essere accidentali, ma stavolta l'ipotesi del dolo è stata accantonata quasi subito.
Uno dei primi ad accorrere è stato Giovanni Lupi, trentasettenne artigiano, che è entrato dal cancello e si è avvicinato alla fiamme nel tentativo di allontanare il camion. “Ho visto le fiamme dalla strada,
sono entrato dentro il mezzo ma il calore aveva già sciolto il vetro, ho provato a metterlo in moto ma inutilmente”.
Il camion aveva fatto l’ultimo viaggio all’incirca alle 10,30, poi era stato parcheggiato, lasciando le chiavi nel cruscotto. Difficile dire se le fiamme abbiano avuto origine dal mezzo, o dal deposito di materiale plastico. Un aiuto potrebbe venire dalle telecamere piazzate agli angoli del perimetro della ditta, ma non si sa se quella parte periferica sia stata ripresa.
Il proprietario, neoeletto nella giunta di centro destra, si trovava proprio in Comune quando è stato raggiunto dalla notizia. E’ arrivato sul posto, e successivamente sono giunti anche i suoi genitori che abitano a San Piero.
Durante le operazioni di spegnimento, hanno dato una mano anche alcuni volontari e sul posto si è subito portato il sindaco Andrea Ciumei. Ad operazioni concluse il danno fortunatamente appariva contenuto. Dall’ingresso non si vedeva nulla, se non fosse stato per l’odore di plastica bruciata ed il fango nero nel piazzale, poteva sembrare un pomeriggio come tanti altri.
Il danno è stato piuttosto contenuto, viste le dimensioni della ditta. L’incendio è scoppiato in un angolo del grande recinto ed ha risparmiato i numerosi magazzini per il ricovero dei materiali. Il valore del camion è stimato comunque in 150mila euro, aveva soltanto tre anni e da poco i proprietari avevano terminato di pagarlo.
Per ora soltanto ipotesi. Gli inquirenti escludono quasi sicuramente la pista dolosa. L’orario non depone a favore di eventuali incendiari, e la ditta opera sul mercato elbano da quasi trent’anni, fornendo materiali edili e sanitari tutto il versante nord –ovest dell’isola, senza aver mai avuto nessun tipo di minaccia o danneggiamento. E’ vero Il sindaco Ciumei con i proprietari
che il rogo va a sommarsi a quelli recenti e troppo numerosi per essere accidentali, ma stavolta il dolo è stato depennato quasi subito.
Uno dei primi ad accorrere è stato Giovanni Lupi, trentasettenne artigiano, che è entrato dal cancello e si è avvicinato alla fiamme nel tentativo di allontanare il camion. “Sono entrato dentro ma il calore aveva già sciolto il vetro, ho provato a metterlo in moto ma inutilmente”.
Il camion aveva fatto l’ultimo viaggio all’incirca alle 10,30, poi era stato parcheggiato, lasciando le chiavi nel cruscotto. Difficile dire se le fiamme abbiano avuto origine dal mezzo, o dal deposito di materiale plastico. Un aiuto potrebbe venire dalle telecamere piazzate agli angoli del perimetro della ditta, ma non si sa se quella parte periferica sia stata ripresa dalle telecamere.
Il proprietario, neoeletto nella giunta di centro destra, si trovava i proprio in Comune quando è stato raggiunto dalla notizia. E’ giunto sul posto, e successivamente sono arrivati anche i suoi genitori che abitano a San Piero.
Durante le operazioni di spegnimento, hanno dato una mano anche alcuni volontari e sul posto si è subito portato anche il sindaco Andrea Ciumei. Ad operazioni concluse, dall’ingresso della ditta non si vedeva nulla, e se non fosse stato per l’odore di plastica bruciata ed il fango nero nel piazzale, poteva sembrare un pomeriggio come tanti altri.

Elena Maestrini



mercoledì 20 giugno 2007

Trentasettene portoferraiese stroncato da un collasso cardio-circolatorio


A soli 37 anni d'età e deceduto a Portoferraio a causa di un collasso cardiocircolatorio che lo ha colto e stroncato fulmineamente mentre si trovava nella sua abitazione l'operaio Portoferraiese Stefano Lunghi.

L'uomo è stato rinvenuto cadavere nell'abitazione che occupava a pochi metri da quella dei genitori in località Consumella Bassa ed è stato proprio il padre a trovarlo inanimato poco dopo la mezzanotte di lunedì riverso sul divano di casa con tutta probabilità quando già aveva cessato di vivere.

A nulla è infatti valso il precipitoso intervento dei volontari della Croce Verde.

Le indagini sul decesso sono compiute dai Carabinieri. La salma è stata trasportata all'obitorio dell'ospedale di Portoferraio dove resta a disposizione del magistrato.

All'amico Luciano ed alla sua famiglia le personali condoglianze del Direttore di Elbareport e quelle di tutta la Redazione.

Elbareport



mercoledì 20 giugno 2007

Preso a testate da un pizzaiolo a Marciana Marina


Aveva ordinato delle pizze da portare via, da mangiare a casa in compagnia delle bambine. Ma le sue pizze non sono mai state sfornate, in cambio un turista lucchese, Matteo Brenda, di 48 anni ha ricevuto una sonora testata al volto dal pizzaiolo, che gli ha procurato la frattura dell’osso mascellare superiore e un’orbita oculare incrinata, lesioni certificate dai medici del pronto soccorso con venti giorni di prognosi.
L’insolita prestazione al pubblico si è verificata alcuni giorni fa a Marciana Marina. Il turista racconta che la figlia undicenne e due sue amiche erano andate il pomeriggio ad ordinare 4 pizze da ritirare un quarto alle nove. All’ora stabilita “entro, do la buonasera e nessuno mi risponde, chiedo se posso ritirare le mie pizze, l’uomo mi guarda sorride e se ne va, poco dopo arriva un’altra persona e mi dice che le mie pizze non sono pronte”
A quel punto l’uomo fa un giretto e torna dopo 10 minuti, si mette a guardare la tv del locale, aspetta ancora, ma nulla - racconta -
delle pizze neppure l’ombra. “Faccio presente che ho riordinato mezz’ora prima e loro si mettono a ridere senza rispondermi. A quel punto faccio presente che con quel comportamento mandavano via i clienti dal locale e me ne vado. Uscito mi sento picchiettare sulla spalla Ehi, tu… mi volto e mi è arrivata una testata in mezzo volto. Sono arrivato a casa cercando di fare finta di nulla, ma l’indomani ero un pallone”. Il turista ha denunciato l’aggressione ai carabinieri di Portoferraio.

Ci permettiamo di suggerire al nuovo sindaco di Marciana Marina, che sappiamo essere persona sensibile al mantenimento del buon nome della comunità marinese, di verificare l'episodio e nel caso la dinamica dei fatti sia stata quella che ci hanno descritto, oltre a portare personalmente la solidarietà e le scuse della cittadinanza all'offeso, di stigmatizzare pubblicamente un comportamento comunque ingiustificabile ed intollerabile, fatte salve eventuali possibili misure sanzionatorie.

Elbareport



mercoledì 20 giugno 2007

Giovedi sera Chiostro de Laugier: presentazione letteraria-happening con Bill Connell Ritorna all'isola vent'anni dopo lo studente squattrinato diventato un insigne italianista Storia di minestre e moccoli (diligentemente appuntati) a casa Talone


Non sarà una presentazione di un'opera come tante altre quella organizzata congiuntamente dalla Biblioteca Comunale Foresiana e dal Circolo di Certastampa al Chiostro De Laugier alle ore 21.30 di Giovedì 21 Giugno 2007.
I presupposti sono infatti quelli di un vero happening con il Prof. William Connell prestigioso italianista della New Jersey University nel ruolo di "star" della Serata.
Ma né i titoli accademici del cattedratico statunitense né il titolo un po' cupo di una delle due opere presentate "Sacrilegio e Redenzione" che Connell ha scritto con un altro studioso Giles Constable devono trarre in inganno, chi si aspetta una serata "incravattata" potrebbe essere "spettinato" dalla personalità decisamente frizzante del professore che sarà affiancato ed intervistato dal Direttore della Foresiana Giuseppe Massimo Battaglini e dal Direttore di Elbareport Sergio Rossi
Connell in un certo senso nell'occasione "torna sul luogo del delitto", e vediamo di spiegarci: l'opera che presenta tratta di un caso di blasfemia nella Firenze rinascimentale, Savonarola moralmente (ma anche politicamente imperante) ma quel suo studio compiuto con la pubblicazione dell'opera per i tipi di Polistampa ha una radice elbana.
Più di venti anni fa Connell allora squattrinato studente aveva soggiornato all'Elba con altri colleghi, come "schiavo" di un professore per il quale si improvvisava giardiniere. Tra le contropartite per la sua opera Connell aveva le minestre consumate a casa di Arturo Talone ex-minatore dal grande cuore e dal moccolo rapido che a sua volta lavorava per il professore e che, con il Connell curioso e diligentemente annotante fece un numero spropositato di esempi di espressione blasfema.
Di questo incontro Connell avrebbe parlato in un suo lungo articolo "Come ho imparato l'italiano" apparso in inglese negli Stati Uniti, tradotto anche se in forma ridotta in italiano all'insaputa dello stesso Connell, "pescato" sul Web da Gian Mario Gentini e finito sulle pagine elettroniche di Elbareport.
E "Come ho imparato l'italiano" nella sua versione integrale, in una traduzione sarà la seconda opera che durante la serata sarà presentata e non solo, perché la brochure che il non più squattrinato Connell ha fatto stampare in un certo numero di copie sarà donata ai presenti alla serata, ad iniziare dal Sindaco di Portoferraio che ha deciso di essere attivamente della partita.

E.M.



mercoledì 20 giugno 2007

Franca Zanichelli nominata Direttrice del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano


Sarà una donna a ricoprire il ruolo di direttore presso il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano. E a lei il WWF desidera fare i più sinceri auguri di buon lavoro.
“L’esperienza di Franca Zanichelli, a capo del Parco del fiume Taro, ha dimostrato coi fatti le ottime capacità nella tutela ambientale, nella conservazione e nella gestione delle aree protette.” - dichiara Michele Candotti, Segretario Generale WWF Italia - “Sappiamo di poterci attendere altrettanto in una delle aree naturali protette più importanti d’Italia, tassello fondamentale nel processo di conservazione dell’Ecoregione Mediterranea.”
Un augurio che il WWF affianca alla propria disponibilità a collaborare con l’ente parco, come dichiarato a suo tempo al presidente Tozzi, affinché la gestione di questo fondamentale tassello di biodiversità possa contare sul contributo di tutti.
WWF

Ci pare piuttosto irrituale che una notizia di rilevante importanza ed attesa da mesi, giunga in luogo che dal più pertinente canale istituzionale del PNAT da un'associazione ambientalista. Ciò premesso anche la nostra Redazione fa i suoi auguri alla nominata.




mercoledì 20 giugno 2007

Miciovignetta delle libere interpretazioni





































Alex Beneforti



mercoledì 20 giugno 2007

Colto da malore sulla spiaggia di Fetovaia


Un cinquantenne turista modenese in vacanza all'Isola d'Elba da qualche giorno è stato colto da un malore mentre si trovava a prendere il sole sulla spiaggia di Fetovaia, nel pomeriggio di martedì 19 Giugno.
Nell'immediato le condizioni dell'uomo che aveva perso coscienza sono parse a chi lo ha soccorso piuttosto preoccupanti, così dalla sala operativa livornese del 118 sono partite due indicazioni e sulla bella spiaggia del versante occidentale sono confluiti il medico di guardia da Marina di Campo e l'autoambulanza dei volontari della Misericordia di Pomonte.
Dopo le prime cure prestategli dal medico che ha stilato un referto di "sincope da posizione" il modenese, che probabilmente aveva compiuto l'errore di esporsi ad un forte calore a digestione non completata, ha ripreso coscienza .
Il medico tuttavia ne ha disposto il trasporto al Pronto Soccorso dell'ospedale di Portoferraio dove il turista è stato trattenuto in osservazione.

sr



mercoledì 20 giugno 2007

La Corte dei Conti promuove la Comunità Montana


Con la delibera N° 292 del 31 maggio scorso, la Sezione Regionale di Controllo per la Toscana della Corte dei Conti, ha approvato la relazione sulla “ Verifica sulla sana gestione finanziaria della Comunità Montana Elba e Capraia ( ora Arcipelago Toscano ) “ e sul funzionamento dei controlli interni dell' Ente per l' anno 2004, un anno emblematico per la CM, essendo quello del passaggio di consegne tra la vecchia Amministrazione e quella attuale, entrata in carica nell' ottobre di quell' anno.
Soddisfazione è stata espressa da Maria Grazia Mazzei ( Assessore al Bilancio dell' Ente Comprensoriale ) e dal Presidente Danilo Alessi per questo 'timbro' dell' ente di controllo che certifica così il complesso lavoro di risanamento svolto dalla nuova Amministrazione della CM.
Le criticità riscontrate dalla Corte dei Conti per l' anno 2004 , ( forte disavanzo della gestione di competenza , equilibri di bilancio inficiati dalla scarsa attendibilità dei residui attivi, carenza di controlli amministrativo-contabili per prevenire il formarsi dei debiti fuori bilancio, mancato aggiornamento annuale degli inventari, necessità di aggiornare il regolamento di contabilità ..) sono state messe a confronto con le azioni di risanamento contenute nella relazione illustrata presso la Corte da amministratori e tecnici della Comunità Montana .
In tale resoconto erano già contenute ( realizzate ) alcune delle misure sollecitate dalla Corte dopo l' esame del 2004: rendiconto positivo per il 2005, revisione ed eliminazione di residui attivi per oltre 12 milioni di € e passivi per oltre 13 milioni di €, riconoscimento dei debiti fuori bilancio riconosciuti negli esercizi precedenti ( 1 milione di € ) e loro finanziamento con risorse proprie, l' impegno ad aggiornare gli inventari nel corso del 2007, l' approvazione del regolamento degli Uffici e dei Servizi ( 2007 ), l' impianto di un sistema di controllo della gestione basato su un Piano Esecutivo di Gestione ( 2006 ).
Acquisendo tale documentata relazione dell' Ente, la Corte dei Conti , “ tenuto conto del percorso intrapreso dall' Amministrazione dopo l' esercizio finanziario oggetto di verifica, dell' inversione di tendenza delle risultanze gestionali e dell' adeguatezza delle risposte alla maggioranza dei quesiti formulati in sede di contraddittorio“, ha quindi – in sostanza - richiesto alla CM di procedere nella strada intrapresa per un' auto - organizzazione dell' Ente che tenga , come ora, sempre sotto controllo i parametri che garantiscono una sana e corretta gestione finanziaria.
La relazione della Corte dei Conti sarà illustrata nella prossima Assemblea dell' Ente.

Comunità Montana dell' Arcipelago Toscano



mercoledì 20 giugno 2007

Denunciato per il furto di una targa di un motorino ed appiedato dalla Stradale


Gli agenti della Polizia Stradale dell'Isola d'Elba lo avevano sorpreso alla guida di un ciclomotore la cui targa risultava essere stata rubata a Viareggio.

Il ventinovenne rumeno ha pensato di alleggerire la sua posizione dicendo che quella targa l'aveva presa da un ciclomotore abbandonato nei pressi di Porto Azzurro, ma in ogni caso di furto si trattava e per furto è stato denunciato.

E i guai ciclomotoristici del giovane non sono finiti: non avendo egli infatti mai conseguito l'apposito patentino per la guida si è visto sequestrare il mezzo che non è stato però immune da un altro provvedimento, essendo infatti il ciclomotore privo di assicurazione veniva applicata anche la misura del suo fermo amministrativo. Il rumeno è stato quindi appiedato e riappiedato dagli agenti della Polizia Stradale.

mn



mercoledì 20 giugno 2007

Fotovignetta della targa taroccata

































Attilio Gavassa



mercoledì 20 giugno 2007

La C.M. preoccupata per i lavori all'Aethalia - Toremar rassicura


L'Aethalia non va in bacino ma ha bisogno, perchè siano compiuti dei lavori di somma orgenza di fermare le sue corse pomeridiane. Una decisione comunicata all'ultimo momento che ha generato allarme all'Isola perchè pareva che ad essere sacrificata dovesse essere la utilissima corsa in partenza alle 5.10 dallo scalo portoferraiese.
In relazione a ciò si registrava l'invio di una decisa nota della C.M. alla partecipata pubblica nella quale di affermava: "E' inaccettabile -che la compagnia pubblica di trasporto marittimo non sia in grado di sostituire un mezzo a fronte di prevedibili inconvenienti tecnici, che sempre possono verificarsi. Per questo, certi di interpretare il sentimento di cittadini e categorie economiche nonché quello della Regione Toscana, abbiamo sollecitato la società Toremar affinchè sostituisca la motonave interessata dai lavori di manutenzione con un'altra, trovando comunque il modo di garantire tutte le corse, cadenzate tra l'altro con le principali coincidenze ferroviarie"
Ma dopo la presa di posizione della CM per il mantenimento delle corse Toremar il 20 e 21 giugno – in particolare la prima del mattino- a seguito del fermo della motonave Aethalia per manutenzione, il dirigente della Toremar Dott. Gilletti, ha raggiunto telefonicamente il Vicepresidente dell' Ente Sauro Rocchi, rassicurandolo circa l'intenzione della Società di navigazione di garantire la partenza delle 5,10 attraverso la modifica delle corse giornaliere.

C.M.



mercoledì 20 giugno 2007

Fotovignetta politicamente scorretta




















Fun Cool



mercoledì 20 giugno 2007

Anziana signora fatta sloggiare dal gas a S.Andrea


Non bastava il lavoraccio marinese a cavallo tra la mattina ed il pomeriggio, poco dopo essere rientrati nella loro sede delle Antiche Saline i pompieri hanno dovuto riprendere la strada per versante occidentale elbano, e pure con estrema sollecitudine.
Alle 17.30 un'anziana signora di Sant'Andrea aveva infatti telefonato al centralino del 115 raccontando di essere incappata in un incidente domestico: sola in casa la ottantottenne L.S. aveva tranciato il tubo del gas non riusciva a chiudere la bombola poiche la manopola dell'erogatore pareva bloccata e l'ambiente si stava saturando di gas.
I Pompieri hanno indicato alla signora il da farsi: staccare i quadri elettrici aprire porte e finestre e allontanarsi, manovre che l'arzilla signora ha eseguito alla perfezione tenendosi successivamente a debita distanza dalla sua abitazione insieme a vicini di casa e curiosi.
Poi sono arrivati i Vigili del fuoco hanno chiuso la bombola riottosa lasciando la casa solo quando era cessato ogni pericolo di deflagrazione.

E.R.



mercoledì 20 giugno 2007

Gara pubblica per l'Affidamento del CIAF-Informagiovani del comune di Portoferraio


L’Amministrazione Comunale ha indetto una gara pubblica per l’affidamento della gestione del C.I.A.F. ( centro infanzia adolescenza famiglia) e INFORMAGIOVANI, con sede a Portoferraio in Via Forni di S. Francesco.

Possono partecipare alla gara le imprese iscritte presso la Camera di Commercio per l’attività in appalto tra cui le Cooperative Sociali e i Consorzi di cui rispettivamente all’art 1 lett.a e all’art. 8 della legge 381/91 iscritti agli albi regionali di cui all’art.9 della legge suddetta, nonché i raggruppamenti temporanei di imprese.
I soggetti di cui sopra dovranno dimostrare di avere esperienza nella gestione dei CIAF, centri di aggregazione giovanile, comunità, centri aperti per i giovani, centri per le famiglie, o, più in generale, attività di informazione, promozione e prevenzione sociale rivolte agli adolescenti e ai giovani.

Il plico contenente la documentazione di gara deve pervenire all’ufficio protocollo del Comune di Portoferraio, a pena d’esclusione, entro le ore 13,00 del giorno 2 luglio 2007.
La domanda potrà essere inviata mediante il servizio postale per raccomandata con ricevuta di ritorno (non fa fede il timbro postale) oppure consegnata direttamente all’ufficio protocollo del Comune di Portoferraio, aperto dalle ore 10 alle ore 12 di tutti i giorni lavorativi, con esclusione del sabato.

Il bando è affisso all’Albo Pretorio del Comune dal 13/06/07 al 2//07/07. Gli atti e la modulistica di gara potranno essere ritirati presso l’ufficio Politiche Sociali e del tempo libero del Comune di Portoferraio, Via Garibaldi 14, dal lunedì al giovedì dalle ore 9.30 alle ore 11.30 – tel. 0565. 937209 oppure 0565. 937244 o scaricati dal sito del Comune di Portoferraio (www.comune.portoferraio.li.it).

Il Comune di Portoferraio



mercoledì 20 giugno 2007

La Cosimo de' Medici Srl riceve curricula per assunzioni a tempo determinato


La Cosimo de’ Medici Srl, società partecipata del Comune di Portoferrario, comunica che è in corso la selezione dei curricula per l’assunzione a tempo determinato, per la stagione estiva, di addette/addetti al porto.

Per questo ruolo, al fine di procedere ad una selezione delle risorse umane in base a criteri di trasparenza ed oggettività, il curriculum inviato o recapitato deve contenere informazioni relative a: titolo di studio, grado di conoscenza delle lingue straniere, esperienze lavorative (in particolar se si è già svolto un ruolo simile, in Cosimo o presso altre aziende/enti), eventuali conoscenze informatiche, capacità di comunicazione interpersonale, adattabilità e flessibilità rispetto alle mansioni richieste.

È possibile spedire o portare il proprio curriculum vitae alla sede della Cosimo de’ Medici Srl, in Calata Mazzini 37, a Portoferraio entro e non oltre il 28 giugno 2007

Cosimo de' Medici srl



mercoledì 20 giugno 2007

Si aprono le iscrizioni ai Campi Solari 2007 a Capoliveri.


Per iscrivere i propri figli ai campi solari indetti dal Comune di Capoliveri ci si può recare nelle date sotto indicate presso il Comune di Capoliveri all’Ufficio Iscrizioni Campi Solari:

Giovedì 21 giugno, dalle ore 8,00 alle ore 15,00
Venerdì 22 giugno dalle ore 8,00 alle ore 12,00
Sabato 23 giugno dalle ore 8,00 alle ore 12,00

I campi solari si svolgeranno nella sede della scuola di via Giotto secondo il seguente orario:

Dal 2 luglio al 31 agosto
dal Lunedì al Sabato
Ingresso: ore 8 – 9
Uscita: ore 15 – 16

Comune di Capoliveri



mercoledì 20 giugno 2007

Gatta smarrita


Si tratta di una gatta europea corrispondente al nome “Pina” di circa 2 anni, marrone tigrata a pelo lungo con il musetto chiaro, molto socievole ed affettuosa, sterilizzata, con microchip Nr. 38009810061507.
L'ultima volta che l'ho vista era alle ore 12,00 circa del giorno 13/06/07 presso il Parking Naregno. Al momento dello smarrimento era munita di collare rosso fosforescente con campanellino,e numero di cellulare scritto con pennarello indelebile, al collare era inoltre attaccata una targhetta tonda con il numero telefonico di casa.
Pina mi è stata donata dal mio ragazzo che purtroppo è deceduto, ha quindi un immenso valore affettivo, inoltre ha sempre vissuto con la cagnetta “Siska” la quale sta soffrendo molto per la sua perdita, aiutateci a ritrovarla!
Chiunque la abbia trovata è pregato di contattare Milena ai seguenti numeri telefonici: 0565.968250 - 338.9732439.
Grazie della collaborazione

Milena Rodriguez



mercoledì 20 giugno 2007

I vogatori del Palio hanno gareggiato alle Ghiaie


Gli equipaggi della Guardiola e Marciana Marina si impongono nelle gare di canottaggio a sedile fisso in programma alle Ghiaie il 17 Giugno, nel contesto della manifestazione Marelba.
La competizione non era valida per il campionato remiero elbano, bensì era una regata interregionale aperta a tutti, alla quale l’equipaggio ligure di Noli di buon grado accettava l’invito ed andava a rinforzare il lotto dei partenti facenti parte del comprensorio elbano.
Le gare sono state belle e combattute, complice le condizioni del mare quasi perfette, il numeroso pubblico non è rimasto deluso dello spettacolo andato in scena.
A menare le danze nella categoria maschile è stato, come sempre fino ad ora, l’equipaggio della Guardiola (Andrea Giulianetti, Riccardo Galullo, Maurizio Lupi, Daniele Bellosi, tim. De Nardo Giulia), che sul traguardo precedeva l’equipaggio di Porto Azzurro (Simone Carminelli, Valentino Monni, Lorenzo Lazzarini, Andrea Miliani, Tim. Marco Anguillesi) e della Padulella ( Giacomo Bigio, Alessandro Tavanti, Francesco Gambini, Andrea Cresciullo, tim. Mario Marrero Penalver).
Ai piedi del podio chiudevano Noli, Rio Marina 3 e Club del Mare Marina di Campo nell’ordine, con i distacchi tra le imbarcazioni tutte, dalla prima alla sesta, che hanno quasi ricalcato in fotocopia quelli della gara precedente.
Eliminate in batteria G. Barbera, Rio Marina 1 e Rio Marina 2.
Nella Categoria femminile, assente Marciana Marina 2, la lotta a due tra Marciana Marina 1 e Porto Azzurro ha avuto vita breve a causa di un infortunio muscolare accorso al capovoga delle longonesi, loro malgrado costrette all’inevitabile ritiro dalla gara.
Eravamo nel secondo dei quattro lati di gara, per regolamento comunque le topoline marinesi (Murzi Claudia, Cardella Veronica, De Filippo Pesante Alice, Anselmi Enrica, tim. Braschi Jessica) ultimavano in solitario il tragitto di gara.
Alla buona riuscita della manifestazione remiera, riscontrata sul posto dal Vice Presidente della F.I.C.S.F. Mazzanti coadiuvato dall’ineccepibile arbitro Cuttica, ha collaborato un laborioso e volenteroso gruppo di persone, alle quali va il sentito ringraziamento del Comitato Organizzatore.
Prossimo appuntamento con il remo sempre alle Ghiaie, domenica prossima 24 Giugno a partire dalle ore 16:00.
Stavolta sarà Palio Remiero e si assegneranno punti pesanti per il campionato.

Michele Melis



mercoledì 20 giugno 2007

Giglio: non si correrà il Palio di San Lorenzo


La notizia è di quelle che non ti aspetti, di quelle che sconvolgono il procedere rituale degli eventi nella vita sociale di una comunità.
Riguarda infatti la festa di San Lorenzo ed in particolare il Palio Marinaro.
Nella riunione di ieri del Comitato Festeggiamenti, è stata presa una decisione che, ne siamo convinti, farà molto clamore: quest’anno la gara remiera non verrà disputata.
Vediamo di capire cosa è accaduto: solita assemblea pubblica stagionale per discutere dell’organizzazione dei festeggiamenti estivi e … le sole e solite 10 persone interessate che si trovano a discutere!
Tra i vari punti affrontati si è arrivati a parlare della sfida remiera e dalla discussione è emerso che soltanto 4 persone sulle 15 necessarie sarebbero state intenzionate a disputare nel prossimo Agosto il Palio Marinaro.
Perché?
L’argomento è stato sviscerato in tutti i modi per cercare di indagare i motivi di questo triste disinteresse.
Tante le ipotesi su cui si è discusso per poi concludere che: “ … se i giovani isolani, che dovrebbero essere i fieri ed orgogliosi protagonisti di una delle più belle tradizioni isolane, mostrano una tale ed ingiustificata disaffezione dal Palio Marinaro, che senso ha portarlo avanti forzatamente, solo perché ci deve essere? …”;
“… i ragazzi che dovrebbero domani tramandare ai figli ciò che è stato tramandato loro dai propri vecchi non percepiscono il rischio di perdere una parte importante della storia e della tradizione del loro paese; se non si sentono gli unici responsabili in grado di evitare che questo accada, perché portare avanti quella che diverrebbe dunque solo una ridicola messa in scena? …”.
D’altronde però l’amore per le proprie tradizioni bisogna sentirlo dentro e siamo convinti che questa decisione farà sussultare chi in queste cose ci crede per davvero.
Che Agosto strano sarà il prossimo senza Palio, la 40esima edizione; una tradizione che si interrompe per la prima volta dopo più di mezzo secolo. Non mi fa piacere, come cronista, annunciarvi quanto appena scritto ed il dispiacere si trasforma in amarezza guardando il fatto dal punto di vista di ex Presidente del Comitato “San Lorenzo”.
Mi sento però in totale accordo con la decisione presa; una decisione drastica ma necessaria per dare una scossa ad un sistema che negli ultimi tempi stava procedendo soltanto per forza di inerzia.
Da qui il mio appello e quello di tutta la Redazione GiglioNews alle istituzioni ed associazioni isolane ma soprattutto a coloro che credono nell’inestimabile valore delle tradizioni.
Fate sentire la vostra voce; mobilitiamoci tutti per far capire che esiste un qualcosa che ci unisce. E voi, ragazzi che avete vissuto le adrenaliniche sensazioni del Palio Marinaro ed ancora potreste viverle, fatevi avanti e non permettete che finisca un “gioco” di cui siete stati, anche solo per una volta, importanti protagonisti.

Giorgio Franciulli www.giglionews.it




mercoledì 20 giugno 2007

A Sciambere della bimba di Khaled


Chi ha respirato, anche solo per un po' l'aria di una vera redazione, sa che il modo di dire "Quando a trille e quando a tralle" è il più calzante per rendere l'idea del mutevolissimo flusso delle notizie, ragione per la quale un giorno la civetta più veritiera potrebbe recitare: ELBA - OGGI NON E' SUCCESSO UN CAZZO - (Dallo spostamento d'aria degli sbadigli di noia si fa veni' la broncopolmonite a tutti i piombinesi) e giorni come quella appena trascorso in cui arrivano come al solito alla rinfusa notizie su notizie, che scombussolano ora dopo ora schemi d'impaginazione e menabò, con l'apertura che scende al taglio centrale e poi diventa un piedino, poi una breve, una pisciatina come diceva il grande Gabriele Capelli, e poi si dissolve nel va a domani, se non sarà come oggi, se ce ne ricorderemo.
Una giornata come quella di oggi che alla fine lascia stravolti, confusi, ed inebetiti e che ti fa porre pure domande tra il deontologico e l'esistenziale del tipo: "Ma se finisco per dare ad una notizia uno spazio che non si rapporta alla sua intrinseca importanza quanto alla sua concomitanza (o meno) con altre notizie, quanto sono affidabile, che minchia di lavoro faccio, in fondo servo a qualcosa?"
Per fortuna accade anche, come stasera, che ricevi una pacca sulle spalle, un complimento, un segno di considerazione. E accade che l'apprezzamento non ti venga da un collega informatore più bravo, da un politico da una personaggio noto.
No, accade che senti la vocetta decisa di una bimba che ti da del tu, e seria seria ti dice che "sei stato bravo" a dire delle cose belle sul suo babbo. Accade che tu che ormai dovresti avere il pelo sullo stomaco ti commuovi.
Poi razionalizzi ed il ringraziamento della figlia di Khaled si trasforma in una frustata energetica, ti serve per finire il giornale per tagliare corto con i dubbi per esserci ancora, perchè evidentemente a qualcosa sei servito.




mercoledì 20 giugno 2007

Controcopertina: L'isola dei bimbi anche per i piccoli turisti da APT eViottolo


L'APT dell'Arcipelago Toscano, che già da qualche anno organizza iniziative rivolte all'intrattenimento dei turisti più giovani, quest'anno ha scelto di coinvolgere i bambini in vacanza all'Elba, dando loro l'opportunità di conoscerne non solo le spiagge, ma tutte le bellezze. Ha infatti adottato una fortunata iniziativa portata avanti in questa primavera dal centro di guide escursionistiche Il Viottolo: “L’Isola dei Bimbi”, Conoscere l’Elba camminando e giocando.

Inizialmente si è rivolta ai bambini della nostra Isola allo scopo di metterli in contatto, nella maniera più semplice e diretta, con la grande ricchezza naturale e storica del territorio Elbano, camminando e osservando direttamente i fenomeni naturali, e grazie ai sensi, vivendo la natura ed il suo costante mutare da spettatori protagonisti.
Giocando immersi nell' ambiente naturale , i partecipanti si sono sentiti parte integrante del territorio di questa Isola e poco alla volta ne sono diventati i consapevoli e orgogliosi custodi.
In questa seconda fase il progetto si propone di far conoscere l’Elba ai piccoli ospiti del “nostro scoglio” anche attraverso gli occhi e i racconti dei piccoli Isolani.

Riteniamo che il mettere in comunicazione i “nostri bimbi” con gli ospiti dell’Elba abbia anche una importante valenza sociale, sia per chi su questa terra ha la fortuna di viverci, che per chi decide di trascorrere qui piacevoli intervalli di vita.

L’ iniziativa è rivolta ai bimbi dai 5 ai 10 anni.
Non prevede la presenza di adulti chiaramente ad eccezione delle guide per un ottimale svolgimento dei programmi .
Organizzeremo cinque escursioni a settimana che si distribuiranno sull’intero territorio elbano.
I bambini dovranno essere accompagnati alla partenza dell’escursione. La partecipazione è completamente gratuita

Riportiamo di seguito il programma delle escursioni:

“L’isola dei bimbi”
Conoscere l’Elba camminando e giocando
Escursioni a piedi rivolte ai bambini dai 5 ai 10 anni

Giugno
20 mercoledì
LA VETTA DELL’ELBA:
Punto di partenza e arrivo: Marciana, parcheggio antistante la cabinovia.
Percorso: Monte Capanne (cabinovia) – Ferrale – Pedalta - Marciana .
21 giovedì
LA COSTA DELLE GINESTRE
Punto di partenza e arrivo: Marina di Campo, Loc. La Foce.
Percorso: Portocaccamo, Ischia, Fonza – La Foce.
22 venerdi

LE MINIERE DI FERRO
Punto di partenza e arrivo: Rio Marina, Palazzo Bureau.
Percorso: visita del Parco minerario di Rio Marina
24 domenica
LA CALA DELLE FATE
Punto di partenza e arrivo: Portoferraio Loc. Viticcio.
Percorso: Viticcio, Punta Penisola, Forno, Viticcio.
25 lunedì
EREMI E CASTAGNETI
Punto di partenza e arrivo: Marciana, Porta Lorena.
Percorso: Marciana - San Cerbone - La Stretta – Marciana.
27 mercoledì
IL PAESE DISTRUTTO DAI PIRATI
Punto di partenza e arrivo: Pomonte, P.zza della Chiesa.
Percorso: Fosso del Poio – S. Biagio – Pomonte.
28 Giovedi
LA COSTA DELLE GINESTRE
Punto di partenza e arrivo: Marina di Campo, Loc. La Foce.
Percorso: Portocaccamo, Ischia, Fonza – La Foce.
29 venerdi
ALLA SCOPERTA DELL’ELBA MEGALITICA
Punto di partenza: S. Piero, Belvedere.
Punto di arrivo: spiaggia di Seccheto.
Percorso: San Piero – Sassi Ritti – Colonne Romane - Seccheto
30 sabato
LA VALLE DEI MORI
Punto di partenza e arrivo: Pomonte ,P.zza della Chiesa.
Percorso: la valle dei Mori.
Luglio
2 lunedì
ALLA SCOPERTA DEL BAGNOLO
Punto di partenza e arrivo: Marina di Campo, Piazza del Monumento.
Percorso: Galenzana - Capo Poro - Marina di Campo.
4 mercoledì
LA MINIERA SOTTERRANEA
Punto di partenza e arrivo: Capoliveri, Piazza del Cavatore.
Percorso: Capoliveri – Ginevro (Bus) – Visita della miniera in galleria.
5 giovedi
LA SPIAGGIA DEI PIRATI E IL LAGO VERDE
Punto di partenza: Porto Azzurro, Piazza Matteotti.
Punto di arrivo: spiaggia di Reale
Percorso: Barbarossa - Terranera – Reale.

6 venerdi
IL VIOTTOLO COSTIERO
Punto di partenza: Pomonte , P.zza della Chiesa.
Punto di arrivo: spiaggia di Fetovaia.
Percorso: Le Tombe – Fetovaia.
7 Sabato
IL VULCANO SOTTOMARINO EMERSO
Punto di partenza e arrivo: Lacona, spiaggia del Margidore
Percorso: Capo Stella.
9 lunedì
IL SENTIERO DELLA SABBIA
Punto di partenza: Monte Perone, area parco.
Punto di arrivo: spiaggia di Marina di Campo, Bagni “Da Sergio”
Percorso: Monte Perone – Tiratoio – Piane al canale – Marina di Campo.
11 mercoledì
LE SCULTURE DEL VENTO
Punto di partenza: Marciana, Porta Lorena
Punto di arrivo: Capo S. Andrea.
Percorso: Marciana - Uomo Masso - visita del giardino botanico di S.Andrea
12 giovedi
L’ISOLA NELL’ISOLA
Punto di partenza e arrivo: Enfola, parcheggio.
Percorso: Tonnara – Postazioni militari – Scogliera.
13 venerdi
LA FORTEZZA SPAGNOLA
Punto di partenza: Capoliveri, Piazza del Cavatore.
Punto di arrivo: spiaggia di Naregno.
Percorso: Casanova - Forte Focardo - Naregno
14 sabato
IL PAESE DISTRUTTO DAI PIRATI
Punto di partenza e arrivo: Pomonte, P.zza della Chiesa.
Percorso: Fosso del Poio – S. Biagio – Pomonte.
16 lunedì
I PIRATI SBARCANO A PIANOSA
Punto di partenza e arrivo: Marina di Campo, Piazza del Monumento.
Percorso: la scoperta dei segreti di Pianosa.
18 mercoledì
LA VETTA DELL’ELBA:
Punto di partenza e arrivo: Marciana, parcheggio antistante la cabinovia.
Percorso: Monte Capanne (cabinovia) – Ferrale – Pedalta – Marciana
19 giovedi

LE SPIAGGE DEI “GORANI”
Punto di partenza e arrivo: Marina di Campo, Piazza del Monumento.
Percorso: i Calandri – Galenzana – Punta Bardella.
20 venerdi
LA VEDETTA D’ORIENTE
Punto di partenza e arrivo: Rio nell’Elba, Piazza della Repubblica.
Percorso: Santa Caterina – Torre del Giogo – Grassera
21 sabato
LE MAGICHE POZZE DEI CANCHERELLI
Punto di partenza e arrivo: Cavo, Lungomare Kennedy.
Percorso: Mausoleo Toignetti – Cancherelli – Pisciatoio.
23 lunedì
LA MADONNA DEL MONTE
Punto di partenza e arrivo: Marciana. Porta Lorena.
Percorso: Madonna del Monte – Aquila – Serraventosa.
25 mercoledì
LA MINIERA SOTTERRANEA
Punto di partenza e arrivo: Capoliveri, Piazza del Cavatore.
Percorso: Capoliveri – Ginevro (Bus) – Visita della miniera in galleria.
26 giovedi
LE FORTEZZE DI PORTOFERRAIO
Punto di partenza e arrivo: Portoferraio, Parcheggio alto fondale.
Percorso: Le fortezze Medicee.
27 venerdi
L’ISOLA DEI PIRATI
Punto di partenza: Chiessi, piazza della Chiesa.
Punto di arrivo: Pomonte, piazza della Chiesa.
Percorso: La Testa – Pomonte.
28 sabato
LA CALA DELLE IMBOSCATE
Punto di partenza: Marina di Campo, Piazza del Monumento.
Punto di arrivo: Colle Palombaia spiaggia.
Percorso:Monte Turato - Colle Palombara.
30 lunedì
LA POSTAZIONE DI VEDETTA
Punto di partenza e arrivo: Cavo, Lungomare Kennedy.
Percorso: Solana Alta - Monte Grosso - Mausoleo Tonietti .
In rosso sono indicate le date in cui saranno presenti dei fotografi che documenteranno le escursioni e avvicineranno i bambini al mondo della fotografia.

T.R. Il Viottolo




mercoledì 20 giugno 2007 - 11:12

A fuoco la Lampogas? No, è solo un'esercitazione


Il quadro era piuttosto inquietante, la Lampogas, la nave adibita al trasporto di bombole, circondata dai mezzi dei vigili del fuoco sul molo Lucchesi a Portoferraio, quando erano circa le 10 di stamani.

Poi del fumo che usciva dall’interno della nave. Uno scenario da film d’azione, con suspance, alla Harrison Ford.

Poi nuovo setting, esterno giorno, con la Lampogas stavolta in mare aperto, circondata dai lanci d’acqua dei mezzi antincendio di Capitaneria e Vigili del Fuoco.

No, niente disastri, niente trittico caro ai giornalisti: “fiamme, sgomento e terrore”. Solo un’esercitazione venuta talmente bene che tutti coloro che hanno assistito alle manovre ci hanno creduto davvero.

ER